Azienda

La Romagnola P.A. nasce nel 1987 dalla collaborazione tra Roberto Bacchini e Paola Fabbri.

Un progetto con un obiettivo ben preciso: produrre pasta alimentare secca con cereali provenienti da agricoltura biologica. All’epoca fare biologico rappresentava una vera e propria sfida anche perché in quegli anni era di moda il macrobiotico.

Con orgoglio vanta alcuni primati: primi in Italia, all’inizio degli anni ’80, a produrre Cous Cous biologico; nel ’90 ad importare il grano Korashan Kamut dagli Stati Uniti e a produrne la pasta,  infine nel 2000, i primi a produrre la pasta senza glutine.

Oggi Paola Fabbri, è una donna energica e solare, dall’entusiasmo contagioso, con una luce speciale negli occhi, di chi mette nel proprio lavoro la passione di una vita, che ha intuito con grande anticipo che benessere e salute passano prima di tutto dalla tavola. E, se all’inizio quello del biologico rappresentava un mercato di estrema nicchia, oggi un sempre maggior numero di persone fà di questa scelta alimentare uno stile di vita. Ecco allora la sfida diventare realtà: “Non siamo stati solo i pionieri del biologico ma gli inventori di tante specialità e trattamenti produttivi”.

La passione per la natura ed i prodotti biologici hanno portato questa famiglia, fin dai primi anni ’80, ad approfondire la conoscenza delle proprietà degli elementi e porre al centro dell’attenzione l’aspetto salutistico legato all’alimentazione. Attraverso l’impiego di farine di cereali diversi dal grano convenzionale, sia in purezza sia miscelati per ottimizzarne le caratteristiche nutrizionali e di sapore, la continua e costante ricerca dell’eccellenza del prodotto, ha portato la produzione, ad arricchire l’impasto base con elementi nobilitanti, per rendere unico il sapore e per introdurre principi naturali con benefici per la salute.

Citando il filosofo tedesco Ludwig Feuerbach…”L’uomo è ciò che mangia”.

La Romagnola, sempre alla ricerca di nuovi prodotti, collabora da tempo con Ambrosialab srl, un laboratorio di ricerca nato da uno  spin-off presso l’Università di Ferrara, che si è trasformato in partner scientifico per un nuovo progetto di produzione di alimenti a basso contenuto di carboidrati.

Priorità di questa Azienda Artigianale, sono la scelta delle materie prime selezionate in modo accurato, cercando di valorizzare sempre di più il prodotto italiano e di perseguire l’obiettivo della pasta a Km. 0, ovvero il reperimento delle farine il più possibile a distanza limitata dalla zona di vendita e consumo.

Fondamentali sono poi la cura ed il controllo dei metodi di lavoro su tutta la filiera e la continua ricerca e sperimentazione. Ed è la stessa Paola, che con raffinatezza, creatività e maestria, ama testare personalmente, nella sua cucina, i nuovi prodotti e le ricette abbinate. Tutto questo significa dare un valore a ciò che è sulla tavola, all’attenzione e alla cura che c’è dietro, in cucina e nei campi, alla salute che ci deve “costringere” a cercare il massimo della qualità nei prodotti.

“Semplicemente di qualità” è il motto de La Romagnola, per offrire al consumatore prodotti di altissima ricerca e qualità.

Il mercato della Pasta biologica de La Romagnola, si divide quasi al 50% fra Italia, con maggiore concentrazione in Emilia Romagna, Veneto e Marche, e l’estero, in particolare Danimarca, Belgio, Croazia, Giappone e Brasile, dove la cultura per il biologico è molto più sviluppata e la società più sensibile a questo tipo di argomenti.

La Romagnola è una vera e propria tenuta agricola che si sviluppa su diversi ettari, immersa in una verde vallata trasformata in un oasi naturale, esaltata dal fascino di un lago situato al suo interno.

L’area ospita lo stabilimento produttivo in cui sono attivi una linea di produzione, due essicatoi ed una linea di confezionamento e “La Casa sul Lago” B&B.

Oggi, l’Azienda è anche meta turistico-vacanziera inserita nella Strada dei Vini e dei Sapori del Preparco Regionale del Delta del Po di Ferrara, dove è possibile soggiornare, fare gite in mountain- bike, organizzare piacevoli eventi per degustare i prodotti.

Trafila a "La Romagnola"